Podere Serratina - Appartamento "IL BASILOCCO" ( 2+1 posti letto ) - Esterni


Il brigante Basilocco da una stampa dell'epoca


La terrazza panoramica dell'appartamento.

La veduta del fabbricato principale della Serratina.
L’appartamento prende il nome del brigante Antonio Magrini detto BASILOCCO nella cui cucina fu ucciso dai Regi Carabinieri a cavallo il 15 febbraio 1904 alle ore 20,30. Il Basilocco era uno degli ultimi briganti della Maremma di fine Ottocento che , vivendo nei boschi terrorizzava tutta la zona rapinando e minacciando gli abitanti dei vari paesi. Egli era anche colpevole di alcuni omicidi tanto che lo Stato italiano aveva posto una grossa taglia sulla sua testa alla quale si aggiungevano varie altre taglie poste da possidenti della zona che erano stati da lui più volte rapinati o costretti a pagare grossi riscatti.Quella notte invernale , braccato dai carabinieri, si era rifugiato alla Serratine allora abitata dal colono della Tenuta di Peruzzo Gildo Pecorini dove lo sorpresero i carabinieri che erano stati informati da un loro confidente e dopo un breve corpo a corpo lo uccisero con più colpi di fucile e di rivoltella. La leggenda si è impadronita di questo personaggio tanto che i cantastorie cantarono a lungo le sue gesta criminose e la drammaticità della sua morte avvenuta all’età di soli 28 anni.

L'ingresso dell'appartamento dal lato a mezzogiorno.


L'ingresso dell'appartamento a nord con la pergola per mangiare fuori.

Indietro
Interni

agriturismo appartamenti maremma toscana

la storia della fattoria
agriturismo: informazioni e prenotazioni on-line
l'azienda agricola
i prodotti
dove siamo: maremma - toscana
arte
gastronomia
contatti




realizzazione siti internet - creazione siti internet - creazione pagine web